lunedì 7 agosto 2017

M5S Aci Catena - Servizio Raccolta Rifiuti – Quali azioni intraprese?

Bartolomeo Tagliavia (Attivista M5S Aci Catena)

"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi", faceva pronunciare Giuseppe Tommasi di Lampedusa a Tancredi nel Gattopardo.  
Questo profetico concetto, come 60 anni fa, oggi calza a pennello ad Aci Catena. 
Ci ritroviamo come e dove ci eravamo lasciati. Un'amministrazione fatta di slogan, e senza nessuna trasparenza negli argomenti di vitale importanza per la nostra comunità, ed un'opposizione di cui non vogliamo parlare, rispettando così il loro silenzio.
ACQUA.
Ad oggi dopo oltre 2 mesi dall'insediamento, ancora nessuna notizia è trapelata dal nostro Comune su come, quando e quanto pagheremo l'acqua che utilizzeremo. Tranne se questa amministrazione ha deciso di far usufruire GRATIS ai cittadini il prezioso bene.
Affronteremo a breve questo problema insieme ad i cittadini, e pretenderemo risposte concrete e certe.
RIFIUTI.
Tralasciamo, sempre il solito ritornello della mancanza di comunicazione con i cittadini, che "scoprono" che un servizio utile come le isole mobili, viene sospeso in toto in alcune postazioni e limitato negli orari in altre.
Oggi vogliamo porre alla nostra amministrazione un paio di domande, le stesse che le sono state rivolte da alcuni organi di stampa e che sembrerebbe non abbiano avuto nessuna risposta.
Veniamo a conoscenza tramite la stampa, che con decreto della Prefettura di Catania la ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti ad Aci Catena è stata raggiunta da interdittiva antimafia. La stessa ditta, effettua il servizio  nel nostro comune, in quello di Trecastagni, ma soprattutto in quello di Vittoria. Perché importante il comune di Vittoria, così lontano da Aci Catena? E' importante perché il Sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, venuto a conoscenza del provvedimento in danno all'azienda, ha dato mandato ai propri uffici di iniziare le procedure per un nuovo bando, il tutto a tutela, sia del servizio per la propria comunità, ma soprattutto a tutela della LEGALITA'. Infatti sono venuti meno i requisiti legali della ditta per continuare a prestare servizi nella Pubblica Amministrazione.
Invece cosa succede da noi, e ad onor del vero anche a Trecastagni?
Nulla. Il nostro Sindaco non fa nulla, aspetta. Tutto questo lo apprendiamo sempre grazie agli organi di stampa, perché tornando all'inizio di ogni nostra nota, nessuna Comunicazione e Trasparenza vi è tra quel palazzo di cemento ed i cittadini di Aci Catena.
Anzi forse ancor peggio dell’inerzia, il nostro  sindaco (in compagnia del sindaco di Trecastagni) chiede alla Prefetto Riccio cosa fare! Prendere da soli decisioni, a tutela del principio di Legalità, non è nelle  loro corde, come ampiamente dimostrato nella prima uscita di questa amministrazione. 
Resta bene inteso che  questa nostra nota non è, e non vuole essere un attacco alla ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti nel nostro comune, ed a cui auguriamo che possa, come in passato veder annullato questo grave provvedimento risolvendo i problemi interni della loro struttura.
La nostra è l'ennesima ACCUSA rivolta all'immobilismo delle amministrazioni che ci hanno guidato quando vi è da prendere decisioni di importante peso per la nostra comunità. Non si riesce minimamente a comprendere quale possa essere la motivazione di questa inoperosità amministrativa,  e sperando che questa non porti ulteriore nocumento al nostro comune.
Signor sindaco quale saranno le prossime azioni della sua amministrazione?
Lo abbiamo detto e manteniamo quanto promesso.
Saremo ancor più presenti oggi, a tutela del nostro paese, di quanto non lo siamo stati in passato.
Qualcuno deve pur svolgere il compito di Opposizione.

Il Movimento 5 Stelle Aci Catena

Aci Catena, 07/08/2017

Per contatti:
acicatena.m5s@gmail.com 

lunedì 10 luglio 2017

Aci Catena: Richiesta Costituzione Comune Parte Civile ex Amministratori

Bartolomeo Tagliavia (Attivista M5S Aci Catena)


Continua senza interruzione la nostra azione di controllo dell'operato dell'Amministrazione. 
Il nostro Comune nei prossimi giorni e nuovamente ad Ottobre, si troverà purtroppo ad assurgere agli onori della cronaca per due gravi fatti giudiziari che mortificano l'intera comunità catenota e vedono parte offesa il nostro Comune. Infatti, si svolgerà il 17 luglio p.v., con rito abbreviato, il processo che vede coinvolto l'ex sindaco Ascenzio Maesano e l'ex consigliere comunale ed ex responsabile dell'Ufficio Ragioneria Orazio Barbagallo. Successivamente il 13 Ottobresi terrà la prima udienza del processo che vede coinvolti 7 ex consiglieri comunali per truffa e falsoGiuseppe Aleo , Venerando Sapuppo, Giuseppe Sorbello,  Luigi Citraro, Luca Grancagnolo, Salvatore Leonardi e Giuseppe Urso tre dei quali oggi siedono nuovamente tra i banchi della maggioranza.
Abbiamo protocollato il data 10/07/2017  una nostra nota dove chiedevamo al Sindaco Oliveri informazioni sulla costituzione del Comune come Parte Civile nei procedimenti giudiziari che vedono coinvolti  esponenti della passata e dell'attuale Amministrazione,  e qualora non fosse ancora stato fatto, se è intenzione di questa Amministrazione provvedere.
Infatti la costituzione di parte civile consentirebbe al Comune di partecipare ATTIVAMENTE al processo a garanzia e tutela di tutta la città.
Rimaniamo, innanzitutto come cittadini ancor prima di forza politica, in attesa di leggere una comunicazione ufficiale della nostra Amministrazione, sui quesiti posti, nel rispetto di tutti i cittadini catenoti che credono incondizionatamente nel rispetto della Legalità e nell'obbligo dell'Onorabilità delle Istituzioni da parte dei loro rappresentanti, così come sancito anche dalla nostra Costituzione.
Art.54 "...... I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed ONORE,........."

Il Movimento 5 Stelle Aci Catena

sabato 8 luglio 2017

Aci Catena: Petizione Via Indirizzo Sicurezza e Viabilità

VIA INDIRIZZO

Bartolomeo Tagliavia (Attivista M5S Aci Catena)



Il Movimento 5 Stelle Aci Catena in data 06 Ottobre 2016 prot. 34911, facendosi portavoce dei residenti di Via indirizzoaveva protocollato all’Amministrazione Comunale una  petizione, firmata dagli stessi, nella quale veniva  segnalato l’elevato rischio della strada in oggetto e si richiedevano urgenti interventi per la messa in sicurezza e la tutela dell’incolumità dei residenti. 
In data 07 luglio 2017 il Movimento 5 Stelle ripropone all’Amministrazione in carica la stessa problematica, segnalando come in passato, in più di un'occasione per VV.FF  è stato impossibile intervenire con i mezzi abituali costringendo i residenti ad adoperarsi in prima persona, con mezzi di fortuna come pompe e secchi, per prestare un primo intervento. Inoltre in via Indirizzo risiedono disabili che non possono usufruire del trasporto fornito dal mezzo dell'A.I.A.S. in quanto lo spazio di manovra è insufficiente. Senza considerare che nelle occasioni di chiusura di Piano Umberto la Via Indirizzo rimane l'unica via di accesso al Paese  per chi arriva dalla Via Matrice, rendendo pericolosissimo ai residenti la semplice percorrenza della strada, che rammentiamo essere sprovvista di marciapiedeNonostante vari sopralluoghi effettuati, in passato, sia da consiglieri comunali più come passerella che altro, e tecnici, ad oggi nessun  intervento è stato fatto, tanto meno nessuna indicazione ai residenti è stata data su come l'amministrazione possa o voglia risolvere il problema. 
Abbiamo così ripresentato la petizione alla nuova Amministrazione, chiedendo un incontro urgente al Sindaco ed al Comandante della Polizia Municipale, con la presenza di una delegazione dei sottoscrittori, per conoscere quali interventi si intendono attuare per mettere in sicurezza Via Indirizzo.

Il Movimento 5 Stelle Aci Catena, sempre dalla parte dei Cittadini.

Servizio TG del 11/07/2017 su Etna Espresso


PETIZIONE VIA INDIRIZZO -  PAG.1

PETIZIONE VIA INDIRIZZO - PAG.2



mercoledì 19 aprile 2017

Aci Catena: qual'è la reale situazione economica del Comune?


Nella giornata di ieri, il Commissario Straordinario dott. D’Agata ha evidenziato la drammatica situazione finanziaria in cui versano le casse del nostro comune.
Il M5S di Aci Catena sottolinea come sia assolutamente necessario un immediato cambio di rotta da parte dell'amministrazione catenota, sia sotto il profilo della legalità, che sotto il profilo della trasparenza
Gli abusi che sono stati commessi negli anni passati - e perpetrati sino a qualche mese fa - sono una ferita al territorio che potrà essere sanata solo se alla prossima tornata elettorale i cittadini catenoti sceglieranno di mandare al governo di Aci Catena una classe politica onesta e competente, che faccia gli interessi dei cittadini anziché i propri
Puntare al risanamento morale e finanziario del nostro comune è una delle ragioni che ci hanno spinto a scendere in campo e candidarci
Al tal fine, denunceremo alle competenti autorità giudiziarie gli eventuali danni economici che si sono verificati e ci batteremo affinché le conseguenze non ricadano sulle spalle dei cittadini
In ogni caso, nei prossimi giorni chiederemo all' attuale amministrazione di chiarire, con estrema precisione, la reale situazione finanziaria del comune e non ci accontenteremo di risposte vaghe.
I cittadini di Aci Catena meritano di sapere come la politica ha gestito i loro soldi finora.

Aci Catena 19/04/2017

Bartolomeo Tagliavia

Candidato Sindaco M5S Aci Catena
Enrico

sabato 15 aprile 2017

QUALE GIUSTIZIA, QUALE LEGALITA': Invito alla Conferenza del Movimento 5 Stelle Aci Catena


Il Movimento 5 Stelle di Aci Catena, incontrerà i cittadini in una conferenza dal titolo "Aci Catena, quale giustizia, quale legalità". L'incontro si terrà alle ore 16.30 di mercoledì 19 aprile presso il teatro parrocchiale della chiesa Matrice di via Badia n°3, Aci Catena.

Interverranno:
  • Dott.ssa Alfia Milazzo, Presidente della Fondazione Città Invisibile e Coordinatrice Agende Rosse - Catania;
  • Dott. Luciano Mirone, scrittore, giornalista de "I Siciliani";
  • Salvo Fiore, coraggioso Imprenditore antiracket;
  • Stefano Zito, portavoce del M5S all' A.R.S., membro della Commissione Antimafia;
  • Bartolomeo Tagliavia, candidato Sindaco del M5S per Aci Catena;
  • Mario Ravidà, scrittore, già Commissario della Direzione Investigativa Antimafia di Catania, candidato Consigliere Comunale M5S Aci Catena.

Alla luce dei gravissimi fatti giudiziari degli ultimi anni, invitiamo tutti i cittadini a partecipare per discutere di un tema importante del quale dovranno tenere conto le future amministrazioni nelle loro scelte politiche.
Il Movimento 5 Stelle di Aci Catena si pone come forza alternativa al passato e crede fermamente che dei politici onesti, oltre che competenti, siano il requisito fondamentale per la rinascita economica e culturale del territorio.
 

mercoledì 12 aprile 2017

Bartolomeo Tagliavia è il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Aci Catena




Sono trascorsi quasi 5 anni dalla nascita del Meetup del Movimento 5 Stelle Aci Catena, dal momento in cui semplici cittadini hanno deciso di diventare parte attiva nella vita politica del paese per renderlo migliore, più bello, più trasparente. Oggi, dopo tanto cammino fatto insieme ai nostri compaesani, ascoltando e facendo nostre le loro proposte, i loro sfoghi, le loro denunce, siamo giunti ad una decisione importante.

Il nostro gruppo dopo anni di attività, che ci ha visto unica forza di opposizione extraconsiliare, sarà presente con la lista del Movimento 5 Stelle Aci Catena alle Amministrative di giorno 11 giugno, ed avrà l’onore di essere rappresentato come Sindaco e Capolista da Bartolomeo Tagliavia. 

Vogliamo ricucire lo strappo fra cittadini e istituzioni provocato dalla classe politica catenota, che ha tradito la fiducia della comunità di persone che l’ha eletta per rappresentare, con diligenza e onestà, gli interessi di tutti e non quelli personali.

Presenteremo la lista in piazza fra i cittadini, dove siamo stati per cinque anni e dove continueremo ad essere presenti anche quando saremo dentro le istituzioni. Vi aspettiamo quindi Sabato 22 Aprile dalle 17.00 in Piano Umberto per la presentazione ufficiale del candidato sindaco Bartolomeo Tagliavia e della lista dei consiglieri. Parteciperanno all'evento la nostra portavoce all'ARS Angela Foti ed il nostro portavoce al Senato Mario Giarrusso.


#AciCatena5stelle adesso è un sogno realizzabile.

giovedì 23 marzo 2017

Aci Catena: Conferenza Stampa M5S sul caso "Gettonopoli"


Si è tenuta in data 20/03/2017 la conferenza stampa del M5S Aci Catena sul caso “Gettonopoli”. Erano presenti, oltre a Bartolomeo Tagliavia del M5S Aci Catena, anche l’avv. Christian Petrina, la deputata all’ARS On. Angela Foti ed il Senatore Mario Giarrusso. La conferenza viene aperta dall'attivista Bartolomeo Tagliavia, con un breve riassunto della vicenda Gettonopoli. In data 16/13/2017 il GUP dott. Cariolo si è espresso sulla richiesta di rinvio a giudizio del P.M. dott. Regolo, accogliendo le richieste per 7 degli 11 consiglieri accusati a vario titolo ed in diversa misura di truffa, e di falso (alterazione dei verbali).
“Questa decisione dimostra che il lavoro svolto dagli attivisti pentastellati catenoti ha portato a dei risultati reali e concreti, e non, come in molti volevano fare credere, che tutte le accuse erano un castello campato in aria“. “Quest’ulteriore pagina non rende orgoglioso il M5S del risultato ottenuto, anzi è un’ulteriore pagina nera per il nostro Comune, che si aggiunge a quella ancor più nera che ha interessato il nostro Sindaco”.  
L’on. Angela Foti, precisando che la Giustizia dovrà fare il suo corso, ha focalizzato l’attenzione sui cittadini, “che sono stufi e che non sono più disposti a ricadere nelle stesse promesse, una vera svolta, un’innovazione è necessaria, ed è disponibile attraverso il M5S.
L’avv. Petrina ha puntato l’attenzione sulla novità che gli attivisti del M5S hanno portato nei comuni, Cittadini, dentro e fuori le istituzioni che segnalano senza paure ciò che non si ritiene legittimo”.
Il sen. Giarrusso, ha evidenziato come i casi “Gettonopoli” siano molto diffusi nei comuni dove il M5S ha chiesto gli atti da esaminare.
“Era un modo di fare della vecchia politica dei consiglieri comunali, per raggranellare una cifra mensile, partecipando ad innumerevoli sedute di commissioni”.
“Se un consigliere inizia ad imbrogliare i cittadini solo per prendere più soldi, allora da cittadino posso pensare che con lo stesso modo affronteranno problemi più grandi: Gestione Rifiuti, PRG”.
Il sen. pone particolare attenzione a “Quanti (i consiglieri)  sono usciti da questa inchiesta giudizialmente, non escono certamente dal giudizio dei cittadini, perché erano presenti e sapevano cosa stava succedendo. Perché se lo hanno capito gli attivisti del M5S dall’esterno dovendo accedere agli atti, loro questi atti li vedevano compiere, perché partecipavano alle commissioni. Saranno pertanto innocenti dal punto di vista penale, ma sono responsabili perché questa azione di controllo sull’operato dei loro colleghi avrebbero dovuto farla loro, prima ancora che dei semplici cittadini”.
“Qua il problema non è essere condannati in Tribunale, il problema è di dire ai cittadini di Aci Catena, che ci si accordava in Comune, per partecipare in contemporanea a più sedute di commissione senza che nessuno dicesse, scusate ma vi sembra lecito? ma vi sembra giusto questo, alle spalle dei cittadini? Questo devono spiegare anche quelli che sono usciti dalle inchieste”.
“Li aspetteremo in campagna elettorale, e chiediamo ai cittadini di Aci Catena quando queste persone si presenteranno per chiedere il voto, chiedetegli conto delle loro azioni, di cosa hanno fatto e perché un gruppo di ragazzi fuori dal  Comune ha trovato queste cose che Voi non avete visto”

MoVimento 5 Stelle Aci Catena